Instagram e la tv del futuro

I video, siano essi su Youtube,  Facebook e persino Linkedin, sono fonte di grande interesse.
Tra i social menzionati ne manca però uno: Instagram.
Anzi: mancava. Infatti IGTV, una vera e propria TV online è entrata a far parte dell’offerta del social delle foto dallo scorso giugno.

IG TV

E’ il 21 Giugno quando i video di lunga durata e la sezione IG Tv fanno la loro comparsa su Instagram.  Per accedere non bisogna far altro che cliccare sulla nuova icona della Tv .
E così, da allora, anche gli utenti IG hanno a disposizione video e video all’interno di una vera Tv online.
Concorrenza con YouTube? Forse, ma con delle differenze.

Prima di tutto dobbiamo menzionare il fatto che i video non sono una completa novità su Instagram, infatti era già possibile caricarne ma solo sulla propria bacheca e di breve durata. Ora i contenuti video sulla IG Tv possono arrivare a 10 minuti.

La sostanziale differenza è che i video devono essere in formato in verticale.

Le sezioni

Quando si accede alla IG TV grazie alll’icona di cui abbiamo parlato, si trovano 4 sezioni: Per te, Persone che Segui, Popolari e Continua a Guardare.
Oltre a queste sezioni, si trova anche un campo di ricerca, la cui funzione è scontata.

Le sezioni nel dettaglio:

  • Popolari:  i video più visti,
  • Per te: qui è l’app stessa a proporre video
  • Persone che Segui: in questa sezione si possono vedere i video di coloro che sono tra vostri contatti,
  • Continua a Guardare: in questa sezione ci trovano i video che avete iniziato a guardare ma, poi, lasciati a metà.

IG TV: il futuro?

Instagram ha pensato a questa novità per garantirsi un futuro nel mondo video. La tendenza in questo senso è chiara: gli utenti preferiscono sempre più li video online a discapito della Tv normale.

Cosa ci riserva il futuro?  Sarà l’intuizione giusta?
Vedremo!

Facebook come strumento pubblicitario

Facebook è il social network che anche quest’anno registra il maggiore trend di crescita andandosi a piazzare nell’olimpo dei social.

Dalla nascita ad oggi

Scopriamo insieme come è nato e l’evoluzione che ne è seguita:

Facebook è un social media e social network lanciato il 4 febbraio 2004, posseduto e gestito dalla società Facebook Inc., basato su una piattaforma software scritta in vari linguaggi di programmazione. Il sito, fondato ad Harvard negli Stati Uniti da Mark Zuckerberg e diversi colleghi tra cui Eduardo Saverin, Andrew McCollum, Dustin Moskovitz e Chris Hughes, era originariamente stato progettato esclusivamente per gli studenti dell’Università di Harvard, ma fu presto aperto anche agli studenti di altre scuole della zona di Boston, della Ivy League e della Stanford University.

Gli utenti possono accedere al servizio previa una registrazione gratuita, durante la quale vengono richiesti dati personali come nome, cognome, data di nascita e indirizzo email.

Facebook non è concepito solo per le persone fisiche e la loro vita privata ma, attraverso un servizio dedicato (Facebook for Business), è anche un strumento di social marketing.

Oggi…

Oggi Facebook non è solo uno strumento per comunicare e condividere tra “amici” ma è divenuto un vero e proprio strumento utilizzato nelle campagne di marketing aziendali.
Questo proprio perché grazie ai post si può raggiungere un determinato numero di utenti che diventano potenziali clienti.

Le campagne di marketing possono essere di due tipologie: a pagamento o gratuite.

Indispensabile è avere una pagina aziendale e l’attività gratuita immediata è quella di scrivere post sulla propria bacheca.

Perchè tali post raggiungano un certo numero di persone è possibile sponsorizzare il post stesso.

La sponsorizzazione andrà targettizzata scegliendo un pubblico a cui rivolgersi in base a delle caratteristiche come località, età e interessi. Inoltre è possibile fissare un limite di spesa e la data in cui la sponsorizzazione deve avvenire.

Un altro strumento a pagamento è la sponsorizzazione della pagina stessa: questo serve a raggiungere sempre più followers che metteranno il like alla pagina stessa.

 

Social Networks, la nuova frontiera della comunicazione

Ore e ore trascorse online da ogni singolo utente.
Ma quanti sono questi utenti? Se ne calcolano circa 3 miliardi.
E online, esattamente dove? La risposta è facile: sui social networks.

Cos’è un social network?

Come riportato da Wikipedia, un social network, o rete sociale in italiano, consiste:

in un qualsiasi gruppo di individui connessi tra loro da diversi legami sociali. Per gli esseri umani i legami vanno dalla conoscenza casuale, ai rapporti di lavoro, ai vincoli familiari. Le reti sociali sono spesso usate come base di studi interculturali in sociologia, in antropologia, in etologia.

Qual è il suo utilizzo

Che sia Facebook, Instagram o WhatsApp, il loro scopo è proprio quello di mettere in contatto persone con interessi comuni e creare tra di colo una certa interazione.
Un nuovo modo di comunicare, insomma.

E dal momento che la comunicazione è anche pubblicità , non è difficile capire perchè i social network sono la nuova frontiera del marketing.
Il messaggio pubblicitario viene veicolato tramite le pagine social
in modo che le ditte possano raggiungere più facilmente gli utenti finali nel luogo in cui si concentrano maggiormente.

I social networks più diffusi

Il numero esatto dovrebbe essere 206, ma potrebbe essere ancora più alto. In realtà però i più diffusi e utilizzati sono nomi ormai comuni come: Facebook, Twitter, WhatsApp, Google+, Youtube, Linkedin, Instagram. Poi troviamo ancora Flikr, Tumblr, Snapchat.

Sfido chiunque a dirmi di non averne mai sentito nominare almeno uno!

Facebook conta da solo più di 1.65 miliardi di utenti nel 2017. Numero destinato a crescere ancor più nei prossimi anni.

Gli utenti di un social network

Come abbiamo detto, il marketing è ormai orientato a questo nuovo metodo comunicativo, perciò le aziende in primis utilizzano i social network.
Ma il vero motore sono gli utenti attivi, che possono essere adulti e ragazzi, ma anche un numero sempre più alto di bambini.

Incontri categorizzati a seconda degli interessi e comunicazione: ecco in breve il mondo dei social network.