Parola d’ordine: affittare

Che sia una casa vacanze o la propria abitazione, o persino un veicolo da lavoro, la parola d’orine sembra essere “Affittare” .
E’ questa infatti la tendenza che porta una serie di vantaggi.

“Affittare”: cosa vuol dire

Sì, è vero, è scontato saperlo, ma vediamo comunque la definizione di questo verbo tanto comune: 

La locazione, in diritto, costituisce il contratto con il quale una parte (detta locatore) si obbliga a permettere a un altro soggetto (conduttore o locatario) l’utilizzo di una cosa per un dato tempo in cambio di un determinato corrispettivo (la cosiddetta “pigione” o “canone”).

Vacanze? Ancora una volta la parola d’ordine è affittare

Sempre più numerosi viaggiatori scelgono di affittare un appartamento, una casa , un camper, un’imbarcazione o persino un castello per le loro vacanze.

Di conseguenza, negli ultimi anni sono nati diversi portali e siti sui quali ricercare queste strutture ricettive.
E poi?
Poisono nati portali che confrontano i portali precedenti per restituire il miglior prezzo.

Volendo fare qualche nome, menzioniamo: AirBnbn, Homeway, Vrbo tra i più famosi, ma la lista è lunga e non finisce di certo qui.

In ambito lavorativo

Affittare però non è una prerogativa solo del mondo del turismo, anche in ambito lavorativo è una pratica alquanto comune.
Non c’è quindi da stupirsi se sempre più aziende optano per l’affitto di mezzi e macchinari da lavoro.

Un esempio è l’azienda CGT trucks che basa parte del suo commercio proprio sul noleggio a lungo termine di veicoli da lavoro.

L’offerta di noleggio CGT Trucks prevede sia la formula a breve (da 1 a 12 mesi) sia a lungo termine (da 12 a 48 mesi).

Ancora una volta i vantaggi sono numerosi:

  • Veicolo in pronta consegna
  • Manutenzione ordinaria e riparazioni incluse nel canone
  • Soccorso stradale h24 e 7 giorni su 7
  • Macchina sostitutiva in caso di fermo superiore ai 3gg
  • Coperture Assicurative Globali (RCA, Furto/Incendio-Kasko)
  • Bollo e revisioni pagati
  • Nessun immobilizzo di capitale
  • Canoni predeterminati e deducibili fiscalmente al 100%
  • Anticipi minimi
  • Nessun vincolo delle proprie linee di credito bancarie
  • Utilizzo di Veicoli tecnologicamente avanzati e nuovi (Euro5/6)
  • In linea con la normativa emissioni

E non finiscono qui:

  • Garantisce la flessibilità nell’adeguarsi al mercato e alle punte di lavoro dettate da stagionalità
  • E’ prevista la possibilità di trasformarlo in Noleggio a Lungo con tariffe sempre più vantaggiose
  • Nessuna esposizione finanziaria
  • Si può scegliere la macchina giusta per il lavoro specifico da fare

Instagram e la tv del futuro

I video, siano essi su Youtube,  Facebook e persino Linkedin, sono fonte di grande interesse.
Tra i social menzionati ne manca però uno: Instagram.
Anzi: mancava. Infatti IGTV, una vera e propria TV online è entrata a far parte dell’offerta del social delle foto dallo scorso giugno.

IG TV

E’ il 21 Giugno quando i video di lunga durata e la sezione IG Tv fanno la loro comparsa su Instagram.  Per accedere non bisogna far altro che cliccare sulla nuova icona della Tv .
E così, da allora, anche gli utenti IG hanno a disposizione video e video all’interno di una vera Tv online.
Concorrenza con YouTube? Forse, ma con delle differenze.

Prima di tutto dobbiamo menzionare il fatto che i video non sono una completa novità su Instagram, infatti era già possibile caricarne ma solo sulla propria bacheca e di breve durata. Ora i contenuti video sulla IG Tv possono arrivare a 10 minuti.

La sostanziale differenza è che i video devono essere in formato in verticale.

Le sezioni

Quando si accede alla IG TV grazie alll’icona di cui abbiamo parlato, si trovano 4 sezioni: Per te, Persone che Segui, Popolari e Continua a Guardare.
Oltre a queste sezioni, si trova anche un campo di ricerca, la cui funzione è scontata.

Le sezioni nel dettaglio:

  • Popolari:  i video più visti,
  • Per te: qui è l’app stessa a proporre video
  • Persone che Segui: in questa sezione si possono vedere i video di coloro che sono tra vostri contatti,
  • Continua a Guardare: in questa sezione ci trovano i video che avete iniziato a guardare ma, poi, lasciati a metà.

IG TV: il futuro?

Instagram ha pensato a questa novità per garantirsi un futuro nel mondo video. La tendenza in questo senso è chiara: gli utenti preferiscono sempre più li video online a discapito della Tv normale.

Cosa ci riserva il futuro?  Sarà l’intuizione giusta?
Vedremo!

Facebook come strumento pubblicitario

Facebook è il social network che anche quest’anno registra il maggiore trend di crescita andandosi a piazzare nell’olimpo dei social.

Dalla nascita ad oggi

Scopriamo insieme come è nato e l’evoluzione che ne è seguita:

Facebook è un social media e social network lanciato il 4 febbraio 2004, posseduto e gestito dalla società Facebook Inc., basato su una piattaforma software scritta in vari linguaggi di programmazione. Il sito, fondato ad Harvard negli Stati Uniti da Mark Zuckerberg e diversi colleghi tra cui Eduardo Saverin, Andrew McCollum, Dustin Moskovitz e Chris Hughes, era originariamente stato progettato esclusivamente per gli studenti dell’Università di Harvard, ma fu presto aperto anche agli studenti di altre scuole della zona di Boston, della Ivy League e della Stanford University.

Gli utenti possono accedere al servizio previa una registrazione gratuita, durante la quale vengono richiesti dati personali come nome, cognome, data di nascita e indirizzo email.

Facebook non è concepito solo per le persone fisiche e la loro vita privata ma, attraverso un servizio dedicato (Facebook for Business), è anche un strumento di social marketing.

Oggi…

Oggi Facebook non è solo uno strumento per comunicare e condividere tra “amici” ma è divenuto un vero e proprio strumento utilizzato nelle campagne di marketing aziendali.
Questo proprio perché grazie ai post si può raggiungere un determinato numero di utenti che diventano potenziali clienti.

Le campagne di marketing possono essere di due tipologie: a pagamento o gratuite.

Indispensabile è avere una pagina aziendale e l’attività gratuita immediata è quella di scrivere post sulla propria bacheca.

Perchè tali post raggiungano un certo numero di persone è possibile sponsorizzare il post stesso.

La sponsorizzazione andrà targettizzata scegliendo un pubblico a cui rivolgersi in base a delle caratteristiche come località, età e interessi. Inoltre è possibile fissare un limite di spesa e la data in cui la sponsorizzazione deve avvenire.

Un altro strumento a pagamento è la sponsorizzazione della pagina stessa: questo serve a raggiungere sempre più followers che metteranno il like alla pagina stessa.

 

Maralaser: i suoi prodotti

Mara Laser è la ditta che nel 1986 da una svolta al settore della produzione, progettazione e commercializzazione di macchinari per l’agricoltura .

Livellatrici laser e gps sono i suoi prodotti di punta che le garantiscono un posto tra i leader del campo.

Le livellatrici

Partiamo subito cercando di capire cos’è una livellatrice:

La livellatrice è un macchinario munito di lama, che serve per lo spostamento di terreno da un sito all’altro. Servendosi di questo macchinario si può anche livellare il terreno con una lama che può essere di diverse misure. Queste macchine sono utilizzate principalmente nel settore agricolo per rendere il terreno più coerente per l´utilizzo di altri macchinari e nell’edilizia, anche per opere di pavimentazione.

I prodotti Maralaser

Maralaser presenta un catalogo ben fornito con un’ampia gamma di prodotti.:  24 modelli di livellatrice, 7 grader a spinta e 5 scraper.

Prodotti la cui caratteristica è il sistema di comando:a laser o gps, oppure la combinazione di entrambe.

Descrizione dei prodotti

Le esigenze lavorative del singolo dettano la scelta del prodotto Maralaser a cui affidarsi.
Le soluzioni offerte dalla ditta sono infatti molteplici. Eccole nel dettaglio:

Il trasmettitore laser genera un piano di riferimento intercettato dal ricevitore posto sulla macchina. Il control box interpreta i dati e regola l’altezza della lama in modo continuo.

L’antenna gps montata sulla macchina riceve i segnali dai satelliti e consente di determinarne la posizione (x, y, z). Il control box e il software interpretano i dati, controllando posizione della macchina e altezza della lama.

Il sistema laser e gps regolano rispettivamente l’altezza della lama e la posizione della macchina, ottenendo in modo automatico i programmi di lavorazione e stimando tempo e costi in modo accurato.

Un ulteriore aiuto arriva dagli esperti di Mara Laser  sempre a disposizione per informazioni e suggerimenti al fine di chiarire dubbi e perplessità.

Sul sito aziendale Maralaser si possono trovare ulteriori dettagli ed informazioni.

Maralaser, livellatrici agricole

L’azienda Mara nasce nel 1986 e si pone nel campo della produzione, progettazione e commercializzazione di macchinari per l’agricoltura.

La sua “speciale” caratteristica è quella di creare e commercializzare livellatrici laser e gps

La livellatrice nel dettaglio

E’ d’obbligo andare prima di tutto a definire una livellatrice:

La livellatrice è un macchinario munito di lama, che serve per lo spostamento di terreno da un sito all’altro. Servendosi di questo macchinario si può anche livellare il terreno con una lama che può essere di diverse misure. Queste macchine sono utilizzate principalmente nel settore agricolo per rendere il terreno più coerente per l´utilizzo di altri macchinari e nell’edilizia, anche per opere di pavimentazione.

La produzione Maralaser

Maralaser offre un’ampia gamma di prodotti. Parliamo di:  24 modelli di livellatrice, 7 grader a spinta e 5 scraper.

E come già accennato inizialmente, la loro particolarità è il sistema con cui vengono comandate: a laser o gps, oppure la combinazione di entrambe.

Prodotti e caratteristiche

La scelta del macchinario più adatto va fatta in base alle esigenze di chi ne usufruirà. Pertanto è bene conoscere nel dettaglio le caratteristiche offerte dai prodotti  Mara Laser:

Il trasmettitore laser genera un piano di riferimento intercettato dal ricevitore posto sulla macchina. Il control box interpreta i dati e regola l’altezza della lama in modo continuo.

L’antenna gps montata sulla macchina riceve i segnali dai satelliti e consente di determinarne la posizione (x, y, z). Il control box e il software interpretano i dati, controllando posizione della macchina e altezza della lama.

Il sistema laser e gps regolano rispettivamente l’altezza della lama e la posizione della macchina, ottenendo in modo automatico i programmi di lavorazione e stimando tempo e costi in modo accurato.

Per maggiore sicurezza nella scelta, o anche per maggiori informazioni, è bene affidarsi agli esperti di Mara Laser che saranno in grado di supportare ogni cliente.

Sul sito aziendale Mara si possono infine trovare maggiori informazioni su tutti i prodotti disponibili con le loro caratteristiche tecniche.

GDPR, la normativa sulla protezione dati

GDPR è la parola più pronunciata in campo informatico nell’ultimo mese.Questo perchè la nuova normativa in materia di sicurezza dovrà essere definitivamente attiva il prossimo maggio.

Una legge che da libertà nel metodo di attuazione, ma impone pesanti vincoli in fatto di protezione dati.

GDPR, la normativa

Per capirci meglio, vediamone la definizione:

Il regolamento generale sulla protezione dei dati è un regolamento con il quale la Commissione europea intende rafforzare e rendere più omogenea la protezione dei dati personali di cittadini dell’Unione europea e dei residenti nell’Unione europea, sia all’interno che all’esterno dei confini dell’Unione europea. Il testo, pubblicato su Gazzetta Ufficiale Europea il 4 maggio 2016 ed entrato in vigore il 25 maggio dello stesso anno, inizierà ad avere efficacia il 25 maggio 2018.

Quali passi seguire?

Per facilitarci il compito, vediamo gli steps da seguire.

Il primo passo è quello di censire e catalogare i dati personali e per fa ciò dobbiamo adeguare la nostra realtà aziendale alla normativa.

Il passaggio successivo è relativo al vero e proprio adeguamento della propria realtà alla normativa: si devono verificare i rischi e  gli impatti soprattutto in caso di fuga di dati.

La terza fase prevede di controllare ma soprattutto trovarsi pronti di fronte all’emergenza: in questo caso si parla di saper gestire l’intrusione e la violazione dei dati e saperla riportare al garante.

Infine, è necessario una costante verifica e miglioramento grazie ad un aggiornamento continuo.

la tecnologia: un valido aiuto

In nostro aiuto corre ancora una volta la tecnologia che ci potrà affiancare nel creare un registro dati, analizzare i rischi ed aggiungere sicurezza a livello applicativo.

La parte fondamentale del processo, il nostro focus, deve comunque rimanere i dati da proteggere ma soprattutto serve individuare cosa proteggere.

A conti fatti parliamo di una normativa che va a tutelare la sicurezza di ciascuno di noi, in un certo senso, per  darci più libertà.

 

Diadema, eccellenza Made in Italy

Servizi e prodotti italiani sono il must. Forse non per tutti , ma sicuramente per l’azienda Diadema, che produce e commercializza prodotti di qualità, esclusivamente Made in Italy.

Il made in Italy nei prodotti Diadema

Lo abbiamo detto, ma è bene ripeterlo: i prodotti Diadema nascono grazie ad una concezione che unisce estetica e funzionalità. Ed ovviamente il focus rimane il Made in Italy.

Parliamo di prodotti come: abbattitore di temperatura, ​ dispenser di birra, forno multifunzione con vapore e ionizzatori, macchina del caffè, macchina dell’acqua con ghiaccio.

Completano ed arricchiscono l’offerta tecnologie integrate come il blutooth anche se di certo l’acquirente resta colpito principalmente dallo stile e dalla qualità prima che dagli extra.

Non solo prodotti

Ma la ditta non si limita a vendere prodotti dagli elevati standard. Il suo impegno è anche rivolto alle aziende.

E’infatti alle altre aziende che Diadema si rivolge con tre proposte:

  • Business Scouting: studio del mercato e delle aziende concorrenti in un’ottica di espansione del business.
  • Business Development: assistenza nelle fasi iniziali e nello sviluppo
  • Omologazione: supporto per controlli e certificazioni nel mercato di competenza.

Il target delle aziende

L’eccellenza è ciò a cui mira Diadema, ecco perchè le aziende a cui si riferisce devono porsi questo obbiettivo. Altra caratteristica fondamentale è la condivisione di un’espansione del Made in Italy sia esso con il proprio marchio, in OEM o a marchio Diadema.

La mission Diadema

In base a quanto detto fino ad ora, è facile comprendere qual è la mission di Diadema:

  • Commercializzare prodotti  Made in Italy, non solo in Italia, ma anche all’estero
  • Incontrare ed assecondare le esigenze dell’azienda cliente, creando canali commerciali con il minor quantitativo di rischi possibile.

Insomma, scegliere Diadema significa abbracciare l’affidabilità, ma soprattutto lo stile Made in Italy. E per le aziende che vogliono condividere questo ideale, basterà seguire il programma che l’azienda stesa propone.